Tragico mercoledì d'agosto a Marcinelle

1956, nella miniera belga di Bois du Crazier muoiono 136 minatori italiani
La piazza, il cancello del Bois du Cazier. Gli edifici in mattoni rossi. Più lontano le due torri dei pozzi. Tutto dismesso e restaurato. Qui l'8 agosto 1956 avvenne uno dei più gravi disastri che il mondo delle miniere ricordino. Un incendio, centinaia di uomini bloccati nei pozzi: 262 vittime, di cui 136 italiane. Siamo a Marcinelle, municipalità di Charleroi, Belgio. Bois du Cazier è oggi uno dei patrimoni dell'Unesco. Per non dimenticare. 
Leggi tutto

Cento anni fa il primo volo transatlantico senza scalo

Alcock e Brown, aviatori britannici, cento anni fa hanno compiuto un'impresa storica: sorvolare l'Altantico con un bombardiere Vickers Vimy dal Canada all'Irlanda. Il tutto in poco più di 16 ore senza scalo. Impresa temeraria per quel tempo, che valse loro un ricco premio in denaro, la nomina di cavaliere e la fama mondiale. 
Leggi tutto

"La Rsa va ripensata"

Claudio Bossi svela i dettagli del progetto
C’è un capitolo fra le proposte avanzate dai candidati sindaco in campagna elettorale che occupa un posto di primo piano. E’ quello che per impegno sociale ed economico richiede una valutazione attenta e una conoscenza approfondita di tutto il capitolo Rsa. Per tutti a Concorezzo, Villa Teruzzi. Questa è da anni oggetto di una inderogabile, profonda trasformazione. Perché, come e dove è, non si possono apportare migliorie, anche per via di vincoli strutturali. 

Leggi tutto

Roberto Camerani, testimone dell'orrore dei lager

Internato a Mauthausen-Ebersee nel 1944. Il libro di Giovanni Redaelli
Testimone instancabile del dramma vissuto nel lager di Mauthausen-Ebersee, Roberto Camerani fu arrestato nel 1943 quando aveva soltanto 18 anni. In quell'inferno restò ben 15 mesi, fino al maggio del 1945 quando il campo fu liberato. Tornato in Italia Roberto non si è risparmiato per far conoscere ai giovani l'orrore dei lager. Li ha accompagnati in quei luoghi, ha spiegato loro le terribili condizioni di vita e il terrore che accompagnava ogni giornata delle migliaia di innocenti che li vi furono imprigionati. 
Leggi tutto

Quel gran vuoto all'improvviso

La voragine del 9 dicembre 1950
Primo pomeriggio del 9 dicembre 1950. All'incrocio tra le vie Manzoni e Santa Marta si apre una voragine, proprio all'ingresso dell'oratorio maschile. Un provvidenziale allarme e tanta fortuna evitano danni alle persone. Concorezzo non è nuovo a simili eventi: in passato altre doline e crolli di pozzi ci sono stati. Ecco la bozza dell'articolo per il "Cittadino di Monza" che Vittorio Villa ha preparato dopo aver seguito minuto per minuto l'esplorazione degli speleologi.
Leggi tutto

Il primo viaggio del missionario

E' il 1939, padre Antonio salpa da Genova per il Brasile
Reporter della Storia apre un nuovo capitolo sul passato. Siamo nella prima metà del '900. Mese di giugno del '39 a Torino, nel giorno dedicato ai santi Pietro e Paolo viene ordinato sacerdote Antonio Ronchi. Ha 26 anni e il suo ministero ha obiettivi lontani: missionario in terre sconosciute. Lo attende il Brasile e il viaggio incomincerà fra pochi mesi: sabato 21 ottobre. Ecco il suo diario di bordo da "Il Cittadino" di Monza del 25 febbraio 1940.
Leggi tutto